Slow Gold | Playtime

PlayTime è la rassegna del venerdì dedicata all’improvvisazione per scoprire il gioco nella musica, tra session live irripetibili e contaminazioni artistiche. Musicisti, illustratori, video artisti di incroceranno in modo del tutto imprevisto e imprevedibile per dare sfogo alla propria libertà artistica.

Ospite di questo nuovo appuntamento è Slow Gold, un gruppo di musicisti che collaborano insieme in diverse formazioni da molto tempo, condividendo esperienze musicali ed extramusicali.

Da queste condivisioni nasce una voglia di ricercare nella musica un equilibrio, una freschezza e un’energia racchiuse nella sinergia e nell’alchimia tra le 4 personalità in questione.

Ingresso libero.

GLI ARTISTI

Stefano De Bonis: Sottopostosi inizialmente a brevi, quanto infruttuosi, cicli di lezioni private, prosegue lo studio del pianoforte da autodidatta, dedicandosi definitivamente al Jazz dal 1985. Successivamente diventa allievo del Maestro Enrico Pieranunzi per circa tre anni, presso l’Accademia Musicale Pescarese. Nello stesso periodo (’86- ’90) frequenta alcune edizioni dei seminari Senesi. Nel ’95 prende parte ai Corsi di Formazione C.E.E. per musicisti Jazz. organizzati dall’ Associazione “Il Paese degli Specchi” di S.Lazzaro (Bo), divenendo membro dell’ O.F.P. Orchestra con la quale partecipa a tre concerti sotto la direzione dei Maestri : Carla Bley (Marzo ’95), Steve Coleman (Maggio ’95) e Bruno Tommaso (Settembre ’95).

Andrea Grillini : Batterista/percussionista, compositore e improvvisatore della scena musicale bolognese, si forma tra il 1998 al 2004 nel centro musicale di Ozzano dell’Emilia con il maestro G.Capitanio e dall’insegnante di batteria Christian Rovatti, successivamente dal 2003 al 2008 frequenta corsi privati dal maestro Mauro Gherardi. Ha preso parte alla Human Rights Nights Film Festival : ”Soweto Art Festival” suonando in tour in varie cittá del Sud Africa: Johannesburg, Pretoria, Soweto, San Lucia.Il progetto prevedeva uno scambio culturale di giovani artisti italiani all’estero patrocinato dal Comune di Bologna e dalla Cineteca di Bologna.

Filippo Orefice: Comincia a studiare il clarinetto e il sassofono con Daniele D ́Agaro all ́età di dodici anni.
Si laurea in sassofono jazz presso la “Universtitat fur Musik un Darstellende Kunst” di Graz (Austria, 2009) e tramite l’Università conosce il sassofonista e arrangiatore americano Don Menza col quale nasce un proficuo periodo di apprendimento e collaborazione.
Da Gennaio a Marzo 2015 lavora con la “HRT Jazzorkestar” (orchestra della radiotelevisione nazionale croata) come sassofonista e clarinettista.
Si esibisce stabilmente nei seguenti ensemble come sassofonista, clarinettista, flautista e compositore: -MALKUTH (con Mirko Cisilino, Filippo Vignato, Mattia Magatelli, Alessandro Mansutti)
-TRIO BENESSERE (con Giovanni Maier e Alessandro Mansutti)
-TOWER JAZZ COMPOSER ORCHESTRA (Orchestra residente del Torrione Jazzclub Ferrara diretta da Alfonso Santimone e Piero Bittolo Bon).
Attualmente si sta specializzando in “Composizione applicata alle immagini” presso il Conservatorio di Rovigo.

Stefano Dallaporta: è un giovane e talentuoso contrabbassista che può già vantare esibizioni in tutto il mondo (Italia, Spagna, Francia, Germania, Olanda, Belgio, Inghilterra, Svizzera, Polonia, New York, Lussemburgo e Senegal). La sua eccezionale bravura lo porta a prender parte a numerose collaborazioni con i più grandi come Patrizia Laquidara, Achille Succi, Zeno De Rossi, Fabrizio Puglisi, Giancarlo Bianchetti, Maurizio Solieri, Justina Lee Brown, Louisiana Mojo Queen e molti altri.

 

Qui l’evento Facebook.