Rafiki | Serre di Tutti Film Festival

[in attesa del Terra di Tutti i Film Festival]

Prima opera keniota al Festival di Cannes ed ospitata in «Un Certain Regard», il film della regista Wanuri Kahiu parla di un amore che nasce, del tutto imprevisto, tra due ragazze: Kena, skater e fisionomia da maschiaccio, e Kiki, lunghissime trecce multicolore e trucco esagerato.
Personaggi apparentemente lontani ed agli antipodi, se non fosse che i rispettivi padri sono entrambi candidati alle prossime elezioni. Questo le porta a conoscersi, ma si tratta di una conoscenza che andrà al di là della semplice simpatia, dell’essere solo amiche (appunto “Rafiki” in swahili).

Un film coraggioso – e ovviamente bandito nel proprio paese d’origine (dove è prevista una pena di 14 anni di carcere per i rapporti omosessuali) – capace di raccontare la nascita di un amore con una pudicizia e una dolcezza quasi commoventi, senza dimenticare la drammaticità di alcune dinamiche con cui, ancora oggi, in alcune parti del mondo, l’oppressione è all’ordine del giorno.

Introdurrà la serata Jonathan Ferramola, direttore del Terra di Tutti Film Festival

La serata è una preview della 13a edizione del Terra di Tutti Film Festival, evento di cinema sociale organizzato dalle ONG WeWorld Onlus Gvc Onlus e COSPE onlus che si svolgerà fra Bologna e Firenze dal 10 al 13 ottobre 2019.
Visioni, incontri, masterclass e mostre fotografiche su migrazioni, diritti umani, lotte ambientali e conflitti.
Maggiori informazioni sul sito  sito web

Ingresso libero.

Qui l’evento Facebook.