Festival della complessità

Giunto alla sua IX edizione, il Festival della complessità è la prima e unica manifestazione nazionale dedicata a far uscire dalla cerchia degli addetti ai lavori il paradigma della complessità e il pensiero sistemico, con l’idea di diffondere idee, libri ed esperienze riconducibili a questo tema in una pluralità di contesti e luoghi.

È un festival libero, autofinanziato e senza scopo di lucro che si svolge ogni anno tra maggio e luglio in decine di città con eventi di vario tipo (presentazione di libri, spettacoli, film, convegni).

L’edizione 2018 si concentrerà sul tema dei rifiuti, da considerarsi, tra tutte le questioni ambientali che affliggono il pianeta, uno dei problemi più urgenti, visibili e complessi da affrontare. Tanti gli aspetti interconnessi e interdipendenti: dalla ricerca scientifica sullo smaltimento, sui materiali e sul risparmio energetico, alla produzione industriale, agli stili di vita e di consumo per evitare sprechi, fino al dibattito politico e sociale sul rischio, o le visioni di cosa siano i rifiuti nell’arte e nella letteratura che influenzano il nostro immaginario collettivo.

Il tema al centro del Festival ha come sottotitolo anche la suggestione della nota teoria dei piccoli mondi, secondo la quale i nodi nelle reti complesse hanno un alto livello di aggregazione e pochi gradi separazione e ciò accade in diversi contesti (natura, società, biologia, informatica, economia e altri). Piccoli mondi e pochi gradi di separazione che richiamano anche i collegamenti e lo scambio di conoscenze tra ricercatori, con diversi background scientifici e professionali.

A Bologna, il Festival è giunto alla terza edizione ed è previsto un incontro con diversi relatori che approfondiranno alcuni temi:

  • Pier Luigi Capucci (Università di Urbino e La Sapienza, Roma) interverrà su ciò che nell’arte contemporanea viene considerato “rifiuto”
  • Ettore Capri e Lucrezia Lamastra (Università Cattolica di Milano) racconteranno il progetto RiCibiamo
  • Simonetta Tunesi (University College London) parlerà di gestione rifiuti, stili di consumo e percezione del rischio.

Coordina Simonetta Simoni, Format edizioni.

Ingresso libero.

Qui l’evento Facebook.