La rivista Zacrepublic vuole essere un buco nel tempo che per un istante fermi l’orologio, per dare un’immagine e immortalare su carta l’universo di relazioni e storie che si costruiscono ogni giorno dentro e fuori le pareti dell’accoglienza, per ricordare che i richiedenti asilo e i rifugiati sono persone e non numeri.

I contenuti sono il risultato di laboratori all’interno dei vari centri di accoglienza: storie, canzoni, poesie racconti, arte, fotografie, esperienze cittadine e dai quartieri, che proprio nell’accoglienza trovano un terreno per esprimersi. Alle Serre verrà presentata la rivista, attraverso performance e reading con gli autori a cura della compagnia Cantieri Meticci.

L’evento nasce dalla collaborazione tra Arca di Noè Soc. Coop. e Cantieri Meticci.

Qui l’evento Facebook.