InCorpo è uno spettacolo di danza improvvisata; appartiene ad una serie di site specific performances che hanno luogo in spazi pubblici.

L’interesse per gli spettacoli site specific, deriva dalla convinzione che la danza sia una forma d’arte corporea che può essere accessibile a tutti, trovando ispirazione e stimoli creativi nell’ambiente in cui è presentata.

La danza diventa dunque un arricchimento e uno scambio alla portata di ognuno, con l’obiettivo di essere a disposizione della società, integrandola in essa. Il pubblico è parte della performance, perché non è un oggetto passivo. Con la sua presenza contamina i danzatori, la scena e l’energia dello spettacolo. Vi è un tutt’uno che li collega e trasforma.

Oltre che dalla danza, lo spettacolo è caratterizzato dalla presenza di testi registrati e proiettati nello spazio tramite i corpi danzanti dei ballerini. Tali testi sono interviste rilasciate da 30 persone provenienti da svariati paesi europei ed extra europei; InCorpo porta i loro pensieri di auto-riflessione, momentanei, partendo dalla frase Io sono oppure Io non sono. Tali idee sono espresse in lingua inglese ed italiana. E’ dunque presente una contaminazione culturale, espressiva e linguistica; il loro intrecciarsi fa pensare alla convivenza di persone, che nonostante derivino da paesi e culture differenti, con diverse esperienze di vita, si mescolano tra loro e generano un grande ritratto variopinto.

Concetto/direzione: Raffaella Galdi

Danzatrici: Laura Giuntoli e Lina Kukulis

Ingresso gratuito.

Qui l’evento Facebook. 

[photo: Teatro Akropolis, Genova]